Curriculum

 
Giorgio Borghini
Via Meschiavino, 80
28811 Arizzano VB Italia
Tel. 0323 551652
Cell. 338 2409315
borghini.giorgio@gmail.commailto:borghini.giorgio@gmail.comshapeimage_1_link_0

Inviando una e-mail di richiesta sarete sempre informati sulle iniziative “La Pelle che vibra”.

Sono nato a Verbania il 23 ottobre 1960. A 16 anni iniziai a percuotere gli oggetti nel tentativo di emulare il mio compagno di liceo Justus Mandellaub che suonava i bongos. Mi vergognavo a chiedere dei soldi per comprare lo strumento, quindi realizzai la mia prima coppia di bongos con due latte del caffè e del nastro adesivo. Poi arrivarono i bongos di terracotta, poi quelli di legno e più avanti, a 23 anni, finalmente, le congas. Erano i tempi di Toni Esposito, primo geniale multipercussionista italiano: io volevo seguire quella strada. Suonavo tantissimo, in parrocchia, sui dischi, con gli amici, anche in caserma durante il periodo della leva. A 25 anni, con l’occasione del trasferimento a Milano, iniziai a studiare i ritmi afrocubani su congas, timbales e bongò. Nel 1988 incontrai il maestro Martin Hagler, percussionista di Berna, esperto di Djembé e seguii sette dei suoi corsi intensivi. Successivamente, tra il 1993 e il 1994, incontrai Daniel Sanchez, Daniel Barracanos, Naco… Nel 1994 iniziai a studiare Musicoterapia e, nel 1997, tolsi il completo grigio e la cravatta per tornare a vivere a Verbania. Gli anni sono passati; con il tempo, ho frequentato stage di Bruno Genero, Lorenzo Gasperoni, Alex Acuna, Trilok Gurtu e Arto Tunçboyaciyan.

Per vent’anni ho suonato in diverse formazioni musicali tra Verbania, Domodossola, Novara e Milano. Poi l’incontro con Renato Pompilio, il musicista più dotato e professionale che io conosca. Per me rappresentava un mito di gioventù, quindi il fatto di finirci a suonare insieme è stato un traguardo notevole. Buoni lavori anche con la cantautrice americana Elise Witt e con Al Noiret trio, situazioni per le quali ho iniziato a concentrare l’attenzione sulla sperimentazione del set di multipercussione. In quel periodo ho inciso il CD "Dilà", progetto di Fabio Chirico, e “Alya” con il gruppo elvetico di rock progressivo Shakary (alla batteria Walter Calloni, ex PFM). Ho suonato molto anche nelle discoteche e ho girato mezza Italia per dieci anni con il gruppo musicale di evangelizzazione guidato da Padre Marco Finco. Importanti gli incontri con Andrea Fabiano, Chiara Fratus e Davide Merlino. Nel 2009 mi sono avventurato nella conduzione dei Drum Circle, portando questa esperienza anche nelle scuole di Musicoterapia in cui insegno. Nel 2016 e 2017 ho seguito i seminari di Arthur Hull e ho conseguito l’attestato di “Drum Circle Facilitator”.

Oggi, di nuovo a fare musica, di nuovo finché c’è qualcosa di nuovo da dire.  Di nuovo… sempre!


Giorgio Borghini

UN PO’ DI STORIA SULLE PELLI